Ferrari, la rivelazione fa scalpore: “Danneggiati da soli”

Il week end del Canada è stato disatroso per la Ferrari: in gara entrambi i piloti ritirati. E la rivelazione su quanto accaduto fa scalpore

Un week end da incubo per la Ferrari e per tutti i tifosi della Rossa quello del Canada. A Montréal è accaduto praticamente di tutto ma per la scuderia di Maranello c’è stato l’epilogo peggiore. Doppio ritiro; sia Sainz che Leclerc hanno chiuso anticipatamente la gara lasciando campo libero agli avversari.

Ferrari rivelazione
La rivelazione dopo il Canada fa scalpore in casa Ferrari (Ansa Foto) – Rompipallone

Verstappem e la McLaren ringraziano sentitamente perché, al contrario della Ferrari, hanno sfruttato al massimo l’opportunità ed hanno ora allungato in classifica, con la Rossa che ha perso una grande occasione. Fin dalle prove libere, però, erano emerse le difficoltà della monoposto in tutte le parti della pista, colpa delle temperature basse che non riuscivano a rendere performanti le gomme.

E l’agonia è poi aumentata anche nelle Qualifiche ed in gara, fino all’epilogo che abbiamo raccontato. E come se non bastasse non sono state felici le scelte del muretto, quando hanno provato a montare le gomme slick sulla vettura di Leclerc. Una sorta di caccia al jolly vanificata in un amen con l’arrivo della pioggia ed i doppiaggi in serie effettuati sulla monoposto numero 16.

Ferrari, ecco cos’è successo a Leclerc e Sainz: l’ammissione

Il team principal Vasseur ha analizzato il week end svelando come la Ferrari di Leclerc abbia avuto u problema al controllo del motore. “Ci aspettavamo una bandiera rossa per fare un ricambio e ripartire perché per 10-15 giri perdevamo 8 decimi. Non è arrivata la bandiera rossa e di fatto è finita la gara per Charles” ha ammesso amaramente.

Ferrari, cos'è successo a Leclerc e Sainz
Charles Leclerc e Carlos Sainz, ecco cos’è successo in gara (Ansa Foto) – Rompipallone

Vasseur ha spiegato come sia stato un week end difficile, prima di andare giù duro con Sainz. “Non è partito bene, si è trovato al centro del gruppo ed ha danneggiato fondo ed ala anteriore dopo un contatto con Ricciardo o Bottas. Perdeva 20 punti di aerodinamica, circa 6-8 decimi a giro, era rilevante il danno al fondo e non si riesce a superare quando il danno è così“.

Vasseur ha ammesso come sia stato molto caotico l’intero week end pur ammettendo come i problemi emersi sabato siano stati poi individuati. E nella gara di ieri si è trattato solamente e maggiormente un problema di affidabilità delle due monoposto. Il team principal, poi, vai nello specifico del problema avuto da Leclerc.

C’è stato un problema tecnico, una questione di controlli, non credo sia stato un problema legato alla power unit” ha ammesso per poi spingersi in un laconico “la nostra gara non è stata danneggiata dalle condizioni, ci siamo danneggiati da soli“.

Impostazioni privacy