L’ex Napoli torna bianconero: affare e ruolo a sorpresa

Una vera e propria rivoluzione per la squadra bianconera: pronto il ritorno dell’ex Napoli con un ruolo a sorpresa

Una vera e propria rivoluzione, dalla panchina alla scrivania il club ha deciso di cambiare tutto per evitare di ripetere gli errori dello scorso anno. Aria di ribaltone in casa Udinese: la salvezza all’ultima giornata non è bastata a Cannavaro per conquistarsi la riconferma sulla panchina friulana ed ora la società sta lavorando alla squadra del prossimo anno ed ha deciso di cambiare molto.

L’addio all’ex difensore campione del mondo 2006 era stato ufficializzato nei giorni scorsi, ora la programmazione si fa più chiara con la scelta del nuovo allenatore, ma anche dei dirigenti che si occuperanno di delineare la strategia sul mercato. L’Udinese, infatti, ha scelto a sorpresa il tedesco Kosta Runjaic per guidare la squadra nel campionato 2024/2025: 53 anni, lo scorso anno al Legia Versavia con cui ha chiuso al terzo posto in classifica, al suo attivo in carriera anche esperienze in Germania, al Kaiserslautern e al Monaco 1860.

Panchina a parte, novità anche dal punto di vista dirigenziale dove Federico Balzaretti non sarà riconfermato. L’ex Roma dirà addio ai friulani che hanno scelto una coppia nuova per costruire la squadra del futuro: Gianluca Nani sarà il nuovo responsabile dell’area tecnica, pur mantenendo l’incarico già ricoperto al Watford, altra società di proprietà della famiglia Pozzo. La novità più importante riguarda però il ruolo di direttore sportivo che è stato affidato ad una vecchia conoscenza di Napoli e della stessa Udinese.

Udinese, Gokhan Inler nuovo direttore sportivo

È Gokhan Inler il profilo scelto per ricoprire l’incarico di direttore sportivo. L’ex centrocampista svizzero, con un passato al Napoli, conosce bene l’ambiente friulano avendo già vestito la maglia dell’Udinese dal 2007 al 2011 prima di trasferirsi in azzurro.

Inler nuovo direttore sportivo dell'Udinese
Inler tornare all’Udinese (LaPresse) – Rompipallone.it

Prima volta da dirigente per Inler che ha chiuso la sua carriera in Turchia con la maglia del Besiktas. A 40 anni per lo svizzero inizia quindi una nuova avventura e tutto riparte da un club che ha avuto un ruolo fondamentale nella sua carriera da calciatore. Ben 162 le presenze in bianconero, condite da otto gol.

Ora il ritorno in un nuovo ruolo con la prima assoluta da direttore sportivo: Inler avrà il compito, affiancato da un dirigente esperto come Nani, di costruire una squadra che possa tornare a far sognare il Friuli dopo anni di anonimato e di bassa classifica. L’Udinese vuole tornare ad essere la sorpresa della Serie A e si affida a Inler per farlo.

Impostazioni privacy