Serie B, notte da incubo per il patron: la ricostruzione dell’avvenuto

Disavventura per il presidente di un club di Serie B, aggressione e furto nella villa del patron in Toscana

Paura per una notte che poteva rivelarsi drammatica, una vera e propria disavventura quella accorsa al presidente del Pisa Giuseppe Corrado, vittima di un furto all’interno della sua villa in Versilia.

L’episodio risale allo scorso 25 maggio quando, il patron ed il figlio Giovanni, si trovavano nella villa di famiglia a Forte dei Marmi dopo la fine del campionato cadetto. I responsabili potrebbero essere una banda di professionisti del furto, autori anche di altri furti nella zona con il medesimo modus operandi.

Furto in villa per Corrado: la ricostruzione

Secondo la ricostruzione dei fatti effettuata dallo stesso Corrado, il presidente era andato a letto regolarmente svegliandosi, tuttavia, il mattino seguente con diverse ore di ritardo rispetto alla sua routine quotidiana.
Una volta in piedi il presidente avrebbe trovato la camera in disordine, con diversi cassetti svuotati.
Il presidente si è subito diretto verso la camera del figlio, trovandolo a letto ignaro di quanto fosse accaduto.

Furto a villa Corrado
Il presidente del Pisa derubato e narcotizzato (lapresse) Rompipallone.it

Secondo la ricostruzione più accreditata, i ladri si sarebbero introdotti nella notte forzando una porta-finestra sul retro, avrebbero iniziato a rovistare ed a raccogliere della refurtiva ma il rientro del figlio del presidente avrebbe costretto i ladri a fuggire in fretta e furia, non a caso parte degli oggetti rubati sono stati poi ritrovati in giardino.
I ladri sono comunque riusciti a raccogliere diverse centinaia di euro ed alcuni gioielli.
Il presidente avrebbe dichiarato, nella denuncia, di essere stato narcotizzato dai malviventi visto il sonno eccessivo e il fatto di non essersi accorto del furto, di non aver udito alcun rumore.
 

Gestione cookie