“Mi hanno tolto tutto”: Pogba dice tutto, è disperato

La disperazione di Paul Pogba in un’intervista che però risulta essere vecchia di qualche anno: la smentita del centrocampista

“È finita”: il grido di dolore di Paul Pogba non ammette fraintendimenti. Una vita distrutta, almeno quella professionale, un ragazzo che si mette a nudo e non nasconde il suo stato d’animo.

Il centrocampista francese deve rimettere insieme i cocci di una carriera spazzata via da una squalifica per doping. Quattro anni fermo che, all’età di 31 anni, può significare anche fine della sua vita da calciatore. Difficile rivederlo in campo ad alto livello, considerato che già nelle ultime stagioni il fisico gli aveva creato più di qualche problema.

Paul Pogba deve reinventarsi la sua vita e farlo non è una delle cose più semplici. Lo testimoniano le parole che l’ex Manchester United ha detto nel corso di un’intervista rilasciata al social ‘hietip.sports’, con alcuni estratti diffusi dallo stesso social sui propri canali ed altri estratti pubblicati dal quotidiano ‘The Guardian Nigeria’.

“Paul Pogba non esiste più” le parole inquietanti che avrebbe proferito chi si sente privato di quella che per 30 anni era stata la sua vita: il pallone.

Pogba, smentita l’intervista: è del 2022

Un momento di grande difficoltà per Pogba, inevitabile dopo la squalifica fino al 2027 che può rappresentare la fine della sua carriera.

Pogba disperato: la frase sulla squalifica
Paul Pogba svela la sua disperazione (LaPresse) – Rompipallone.it

Di certo non giocherà più alla Juventus, ma forse potrebbe anche non scendere più in campo. Ed allora le sue parole sono improntate alla delusione totale: “Non so più chi sono. Il calcio era la mia passione, la mia vita – le sue dichiarazioni che ora però sono state smentite-. Ma ora sembra che mi sono perso. Mi è stato tolto tutto ciò che ho costruito nella mia carriera professionale”. Su Instagram, lo stesso Pogba: “Sono ancora vivo ragazzi, non preoccupatevi” la frase che cancella una giornata intera di discussioni su una intervista che in realtà non c’è mai stata, non almeno nei termini in cui è stata riportata.

Resta da capire quel che sarà  ora di Paul Pogba e del suo futuro. Se la sua avventura da calciatore è da considerarsi davvero terminata o al ritorno dalla squalifica vorrà provare un’ultima esperienza, magari non in un campionato di primo livello? E cosa farà in questi anni di stop? Cercherà di intraprendere un’altra carriera sempre all’interno del mondo del calcio o vorrà provare nuove strade per provare a ricostruire la sua vita? Domande che non hanno ancora risposte.

Gestione cookie