Grosseto, multati mentre portavano la figlia ad un controllo post trapianto

La sanzione è di 533 euro. La vicenda, è di quelle che non vorremmo mai raccontare. Succede sull’Aurelia, prima di Livorno, dove una famiglia è stata fermata e multata mentre accompagnava la piccola di 8 anni ad un controllo post trapianto.

Il padre: “Sono in cassa integrazione e questo mese ho riscosso 590 euro, quasi quanto la multa”

Il padre della piccola, in un video già diventato virale sui social, ha raccontato di come gli sia stato contestato il fatto di essere in troppi e troppo lontani da casa: “La madre non se la sentiva di guidare perché neopatentata e la bimba vuole la mamma quando entra nel reparto di ospedale. Ecco perché eravamo tutti insieme. Tra l’altro, siamo tutti negativi al Coronavirus, siamo stati sottoposti a tampone proprio per la patologia di mia figlia”.

L’uomo ha poi aggiunto: “Ho spiegato questo alle forze di polizia, ma non c’è stato nulla da fare, mi hanno multato lo stesso. Sono in cassa integrazione e questo mese ho riscosso 590 euro, quasi quanto la multa. Quello che ci è accaduto ha dell’incredibile. Siamo stati trattati peggio dei ladri”.

L’avvocato della famiglia ha annunciato che ricorreranno in giudizio.

Siamo su Google News: tutte le news sul Calcio Italiano CLICCA QUI