Il centrocampista sogna il ritorno alla Juve

Pjanic Juve, il bosniaco vuole tornare da Max Allegri. La Juventus vuole puntellare e migliorare il centrocampo, reparto più debole della squadra piemontese. Cherubini si sta muovendo per acquistare prima Locatelli e poi virare tutto sul ritorno di Miralem Pjanic.

Pjanic Juve, i dettagli della trattativa

Secondo quanto riportato da Calciomercato.com Miralem Pjanic è uno dei due obiettivi per il centrocampo dopo Locatelli.

Lintervento chirurgico che costringerà Arthur ad osservare uno stop di 3 mesi, che rischia di comportare l’esclusione del brasiliano dalla lista per la fase a gironi di Champions League, potrebbe modificare i piani della Juventus per il proprio centrocampo.

 Il centrocampista bosniaco, trasferitosi in blaugrana soltanto un anno nell’ambito dello scambio alla pari con Arthur, non rientra da tempo nel progetto di Ronald Koeman ed è considerato un “indesiderato” pure dal presidente Joan Laporta, che ha un’urgente necessità di abbattere il monte ingaggi e che vede i 9 milioni di euro netti guadagnati da Pjanic come un peso eccessivo.

Al momento non c’è una vera e propria trattativa però sicuramente il valore di Pjanic è sceso notevolmente per quest’ultima stagione opaca.

La Juve sarebbe disposta ad offrire un nuovo scambio al Barcellona, Pjanic per Ramsey. Il gallese sembra essere ormai un pesce fuor d’acqua nella squadra bianconera, che pur di liberarsi del suo ingaggio da 7 milioni, è disposta anche a svenderlo o inserirlo in qualche scambio.

LEGGI ANCHE: Un giocatore della Lazio è nel mirino del Psg

Juve,Locatelli è il primo obiettivo ma il Sassuolo fa muro

Locatelli è l’obiettivo numero uno per il centrocampo della Juventus di Massimiliano Allegri. Nelle scorse ore c’è stato un incontro tra Juventus e Sassuolo.

L’incontro non ha però permesso alla Juventus di fare dei passi avanti nelle trattative per portare il giocatore in bianconero: la prima offerta presentata dal club bianconero è infatti ancora distante dalle richieste del Sassuolo.

La proposta avanzata dalla Juventus è un prestito biennale con obbligo di riscatto legato a determinate condizioni, per una cifra che tra parte fissa e bonus al momento arriverebbe a 30 milioni di euro. Il Sassuolo resta fermo sulla richiesta di 40 milioni fissi.

Tra formula e cifra quindi la proposta dei bianconeri non convince i dirigenti del club neroverde, che hanno rifiutato. Non è stato quindi l’appuntamento della svolta per il passaggio di Locatelli alla Juventus: le due società in ogni caso resteranno in contatto e si aggiorneranno.

La Juve però è disposta ad affondare il colpo decisivo e ad assicurarsi il centrocampista azzurro nelle prossime ore.

Siamo su Google News: tutte le news sul Calcio Italiano CLICCA QUI