Fiorentina, Commisso: “Spero di arrivare nella parte sinistra. Vlahovic? Per 100 milioni…”

Fiorentina, Il patron Rocco Commisso, in vacanza in Calabria, ha rilasciato dichiarazioni importanti all’ANSA.

Tra i tanti temi toccati: le aspettative sulla nuova stagione, la questione Gattuso e, ovviamente, la situazione Dusan Vlahovic.

LE ASPETTATIVE

Queste le dichiarazioni del patron in merito a cosa si aspetta dalla stagione ormai alle porte:

Quest’anno mi aspetto di arrivare minimo nella parte sinistra della classifica. Mi piacerebbe, insomma, finire il torneo prima del decimo posto e quindi migliorare la posizione raggiunta nel mio primo anno alla guida della società viola”.

Su Italiano e Gattuso

Commisso ha poi parlato del nuovo allenatore Italiano e della questione relativa a Gattuso, scelto come allenatore a giugno salvo poi rescindere il contratto dopo meno di un mese.

Italiano è un allenatore molto bravo. Un tecnico che è riuscito già a farsi apprezzare dai suoi giocatori e bravo pure a far cambiare alla Fiorentina il proprio sistema di gioco. Le sue idee offensive e aggressive sono molto interessanti“.

Ha continuato poi il discorso allenatori tornando sulla vicenda avuta con l’ex allenatore del Napoli.

Di Gattuso come persona ho sempre avuto un gran rispetto. Con noi, purtroppo, la vicenda del suo arrivo come allenatore non è andata bene. Personalmente ho detto anche a Gattuso che quando lui vorrà togliere la clausola di riservatezza attualmente è in atto, si potrà chiarire alla luce del sole e senza problemi e polemiche di alcun genere”.

Su Vlahovic

Infine il presidente della Viola è stato incalzato dalla solita domanda sul futuro di Dusan Vlahovic, uomo al centro del mercato Gigliato.

Queste le dichiarazioni:

“Mercato? Al momento questo argomento è davvero difficile toccarlo perché neppure io, che sono il presidente della Fiorentina, ho risposte certe. Se accadrà qualcosa la stampa sarà informata con trasparenza e tempestività.

L’intenzione, comunque, è di continuare a tenere a Firenze, in particolare, Vlahovic. Quanto a Milenkovic mi auguro che resti anche se lui, rispetto all’attaccante, ha un altro solo anno di contratto con noi, ragion per cui su di lui bisognerà valutare attentamente la situazione nell’interesse del club. Su Vlahovic? Se parliamo di 100 milioni o giù di lì, ci penserò attentamente, è inutile nasconderlo anche perché, è giusto ribadirlo specialmente ai fiorentini, la pandemia ha causato danni economici notevoli ai club e quindi anche alla Fiorentina“.

LEGGI ANCHE: Il Manchester City è pronto a follie pur di avere Vlahovic