“Di chi è l’Inter?”, la pesante dichiarazione del procuratore

Mino Raiola ha rilasciato alcune dichiarazioni a Rai Sport con tanti gli argomenti trattati. Il procuratore ha espresso il suo pensiero sull’arrivo delle tante proprietà americane in Italia:

“Trovo strano che De Laurentiis si accorga solo adesso che il calcio ha bisogno di essere rifondato. Oggi abbiamo in Italia il Milan che è americano. L’Inter non so se è cinese o americana, qualcuno me lo dirà… Roma americana, Napoli romano.

Forse siamo più internazionali, mentre la Juventus è in mano agli Agnelli. Dobbiamo stare attenti a non perdere spazio nella piramide: se non facciamo uno sforzo insieme, di fare un progetto nuovo, ce ne accorgeremo per non esserci più dentro.

Ora il campionato più importante è l’Inghilterra per tre ragioni: soldi, spettacolo e infrastrutture, cose che a noi mancano. Però ci facciamo mangiare i diamanti dagli americani, vedremo se riusciranno a gestire il paese calcisticamente. In America c’è liquidità per investire nello sport, stanno comprando nel momento peggiore per noi e migliore per loro. Stanno investendo tanto in Europa, ma soprattutto in Italia: qui non ci sono asset immobiliari e loro vedono la cosa in positivo. Pensano che si possa solo migliorare”.

LEGGI ANCHE: Squalifica Sarri: la decisione della Corte

Siamo su Google News: tutte le news sul Calcio Italiano CLICCA QUI

Un commento su ““Di chi è l’Inter?”, la pesante dichiarazione del procuratore”

I commenti sono chiusi.