Mourinho si schiera a protezione dell’attaccante: “Va lasciato tranquillo”

È un Mourinho estasiato e colpito quello intervistato nel post partita di Roma-Zorya. La sua Roma è riuscita non solo a vincere, ma anche a travolgere lo Zorya con un netto 4-0. Sugli scudi Carles Perez, Zaniolo e due volte Abraham. E Mourinho è rapito dalla qualità mostrata, finalmente, in campo dai suoi pupilli.

“Segnali incoraggianti dal calciatore, ma va lasciato tranquillo”: le parole di uno schietto Mourinho

Roma, Zaniolo, Mourinho

Una Roma che vince e convince quella ammirata questa sera all’Olimpico. Certo l’avversario non è dei più probanti, però le prestazioni dei calciatori rimangono e possono ben sperare per il proseguimento della stagione. Mourinho infatti è riuscito a trovare le risposte che stava cercando.

In particolare, l’ex allenatore, fra le tante, di Inter e Manchester United, si è voluto soffermare sulla prestazione maiuscola del suo attaccante, Nicolò Zaniolo. L’azzurro ultimamente è stato spesso criticato e bistrattato. Stasera però, è riuscito a spazzar via i dubbi e le maldicenze sul suo conto.

Di seguito le parole di Mourinho su Zaniolo: “La panchina contro il Venezia è stata la conseguenza di una settimana in cui non si è allenato e la seconda è stata una mia scelta visto il sistema nuovo. Oggi ha giocato veramente bene: mi aspettavo lui con la squadra e viceversa e ho avuto la risposta che cercavo. Il suo atteggiamento mi è piaciuto. Grandi potenzialità, ma anche tanto da imparare sul piano tattico e comportamentale. Deve sempre avere la consapevolezza del suo talento, ha un percorso da fare e non va dimenticato che ha avuto grossi problemi a livello di infortuni. Talvolta per questo ha sensazioni negative, come contro la Juventus. Lasciamolo tranquillo, anche a livello di stampa: capisco che le bugie vendono di più, ma io sono qui per aiutarlo e credo che anche Mancini ne sarebbe felice.

LEGGI ANCHE: Lo sfogo di Conte dopo la clamorosa sconfitta: “Prestazione scarsa!”

Siamo su Google News: tutte le news sul Calcio Italiano CLICCA QUI