Sei qui: Home » News sul Calcio » Atalanta-Bayer Leverkusen, Gasperini non ci sta: “Non c’è stato rispetto”

Atalanta-Bayer Leverkusen, Gasperini non ci sta: “Non c’è stato rispetto”

Gian Piero Gasperini ha voluto lasciare il suo commento, puntuale e senza filtri, come spesso lo contraddistingue, al termine della sfida fra la sua Atalanta e i tedeschi del Bayer Leverkusen. Ed è un Gasp che si dice contento a metà: da una parte è rammaricato dalle tante occasioni create – e di conseguenza sprecate -, dall’altra apprezza il risultato contro un club che in campionato sta facendo benissimo – ha fermato niente di meno che il Bayern Monaco.

Atalanta, Gasperini non apprezza: “Non c’è stato rispetto nei nostri confronti”

Gasperini, Atalanta, Europa League

Gasperini ha voluto lasciare qualche dichiarazione ai microfoni di Sky Sport al termine dell’ottavo di finale di Europa League fra la sua Dea e le aspirine.

Si è concentrato su tanti temi, fra cui la difficile situazione che stanno passando Malinovskyi e Miranchuk su tutti, ma non solo. Ha lasciato qualche riflessione sul ritorno in campo di Hateboer e Muriel, ma soprattutto ha lanciato delle dichiarazioni velenosissime sul cammino della Dea in campionato.

Un pensiero il tecnico dei nerazzurri lo ha voluto lasciare a proposito dei suoi due calciatori più in vetrina in questo momento per evidenti ragioni: Miranchuk, Malinovskyi e l’amicizia che li lega. Queste le sue dichiarazioni in merito: “Malinovskyi? Commovente quello che fa, quello che vive, quello che sta facendo con sua moglie e tutta quanta la squadra. Noi passiamo molto tempo a guardare quello che succede, a me personalmente questa cosa mi ha scosso più del Covid. Ha dei parenti, ha degli amici ma noi siamo anche tanto vicini a Miranchuk. E’ straordinario questa amicizia che hanno, è quasi imbarazzato per questa situazione e merita altrettanto rispetto perché contano le persone rispetto alla bandiere che rappresentano“.

LEGGI ANCHE:  Milan, Theo verso il recupero: le ultime in vista della Juventus

LEGGI ANCHE: Atalanta, Zapata verso il recupero: parla Marino

Successivamente, il Gasp ha dichiarato quanto fosse sorpreso e del tutto inaspettato del ritorno in campo di due suoi giocatori, in particolare Muriel e Hateboer. I due infatti, per diverso tempo e per diverse ragioni, son stati costretti ai box: ma ora son tornati finalmente, più incisivi che mai. Di seguito le affermazioni a tal proposito: “Muriel? Purtroppo ha avuto qualche infortunio, ci mette un po’ di più a recuperare la condizione ma non abbiamo mai avuto nessun dubbio sul suo valore. Hateboer? Assolutamente, purtroppo ha avuto un infortunio al metatarso ed è stato fuori dieci mesi. E’ qui da tanti anni, difficilmente tiriamo giudizi su qualche partita andata male. Anche lui non riesce a concretizzare ma crea davvero molto“.

LEGGI ANCHE: Capienza stadi, c’è la richiesta di Gravina per l’Italia

Infine, un commento molto seccato e deluso dai numerosi torti subiti in stagione dai bergamaschi. Gasperini infatti si lamenta molto delle decisioni che son state prese in merito contro l’Atalanta.

In evidenzia le sue parole: “Mi riferivo a tutte le situazioni create in campo nelle ultime gare, gol tolti gol messi, rigori tolti rigori messi. Abbiamo incontrato anche un calendario durissimo, c’è stato anche il Covid e con un attacco spuntato. Nei nostri confronti non c’è stato lo stesso rispetto, alcune cose sono state clamorosamente cancellate. Dobbiamo reagire con le nostre capacità, quello che è stato fatto all’Atalanta è pesantissimo“.