Sei qui: Home » News sul Calcio » Cagliari, si fa avanti un fondo inglese: i dettagli

Cagliari, si fa avanti un fondo inglese: i dettagli

Dopo la triste retrocessione e le parole di Giulini, arriva la conferma di un’offerta per l’acquisto del club.

Cagliari offerta City Holding

Secondo quanto riportato dall’Unione Sarda, il Cagliari ha ricevuto un’offerta ufficiale per l’acquisizione del club. Dopo la difficile sconfitta che ha decretato la retrocessione dei sardi in Serie B, il presidente Tommaso Giulini aveva di nuovo affermato che il Cagliari non è in vendita. La conferma però arriva direttamente dal City Holding If Group, il fondo già proprietario del Manchester City che sembra non voler mollare la presa. Ecco la nota riportata al fondo del quotidiano regionale:

«La Citic Holding IF Group, società di investimento indipendente con sede nel Delaware, conferma l’invio di una manifestazione di interesse non vincolante per l’acquisto della totalità delle azioni di proprietà della Cagliari Calcio Spa. Non intendiamo commentare notizie e informazioni ritenute fuorvianti e frutto di indagini di alcune testate giornalistiche evidentemente parziali e, in larga parte, superficiali e non documentate e perciò stesso passibili di essere facilmente smentite. Non comprendiamo altresì censure, implicite ed esplicite, ad un comportamento da sempre improntato a correttezza e trasparenza così come la procedura standard adottata come primo step operativo per l’instaurazione di una trattativa complessa ma da tenere su binari di reciproco rispetto. Il terreno di confronto, qualora si vogliano effettuare reciproche, approfondite valutazioni, è quello contrattuale e Citic Holding IF Group Llc è, come ha dimostrato sinora, sempre stata collaborativa non avendo alcuna remora a fornire ogni possibile garanzia di successo del progetto esposto alla proprietà della Cagliari Calcio Spa».

Non c’è stato ancora un incontro e si attende che questo avvenga per far si che sia avanzata una reale offerta con una cifra definita. La parola passerà poi a Giulini, anche se quest’ultimo pare abbastanza deciso sul non vendere la società.