Una bandiera della Juve rivela: “Mourinho mi voleva al Real nel 2010”

In occasione del match tra Juventus e Real Madrid, disputatosi ieri notte negli USA, Giorgio Chiellini ha rilasciato una lunga intervista a Marca in cui spiega alcuni dettagli della sua carriera.

Inizia parlando della scelta di arrivare negli States per chiudere la carriera: Il mio unico club è la Juventus. Volevo provare una nuova esperienza e la MLS e questa squadra erano la miglior soluzione per i miei ultimi anni di carriera, per scoprire anche una nuova città, una nuova cultura, un nuovo modo di vedere lo sport e gli affari. È questa la ragione principale per cui sono qui“.

Chiellini Juventus Real Madrid

Successivamente, rivela un aneddoto riguardante un suo possibile trasferimento al Real Madrid ai tempi di Mourinho: Sono stato vicino al Real Madrid, ma era il 2010, tanto tempo fa. Era ai tempi di Mourinho, ero giovane. I club non hanno trovato un accordo. Ma credo di essere stato fortunato di poter passare tutta la mia carriera alla Juventus. Ovviamente il Real Madrid è un club fantastico, che ho sempre apprezzato, anche quando mi ha battuto“.

Nonostante si ritenga molto fortunato per la carriera passata a vestire la maglia bianconera, anche Giorgio Chiellini si rende conto di aver qualche rimpianto. Spiega, infatti, che ha sempre desiderato essere allenato da Carlo Ancelotti, senza successo: “I risultati parlano per lui. È un gran bel tipo, mi dispiace perché avrei voluto essere allenato da lui, che è uno dei migliori della storia. Gli auguro tutto il meglio negli ultimi anni della sua fantastica carriera”.

Leonardo Costigliola

Sei qui: Home » News sul Calcio » Una bandiera della Juve rivela: “Mourinho mi voleva al Real nel 2010”