Sei qui: Home » Serie A » Roma » “Con il ginocchio o il sedere”, Mourinho show: cosa ha detto su Belotti!

“Con il ginocchio o il sedere”, Mourinho show: cosa ha detto su Belotti!

É da poco terminata la partita della seconda giornata di Europa League tra Roma e HJK Helsinki, che ha visto la squadra italiana vincere per 3 a 0 sul team finlandese.

La vittoria ha permesso alla Roma di riscattare la sconfitta nella scorsa giornata rimediata sul campo del Ludogorets.

intervista-Mourinho-EuropaLeague

Al termine del match, l’allenatore dei giallorossi Josè Mourinho ha parlato così ai microfoni di Sky:

“Penso che il secondo tempo la squadra è entrata con atteggiamento diverso. Abbiamo interpretato i 30 minuti di gara nel primo tempo in modo molto passivo. Nel secondo tempo abbiamo stabilito come target obbligatorio di fare 1-2 gol subito. Mi dispiace per loro che avevano iniziato la partita molto bene, il var ha deciso bene ma da allenatore so cosa significa giocare in 10 contro 11.”

La partita ha visto il ritorno in campo di Nicolò Zaniolo ed il tecnico portoghese ha commentato la prestazione del suo gioiellino:

“La Roma ha giocato bene anche nel primo tempo, Nico prende delle responsabilità. È un ragazzo generoso, però mi rifiuto di dire che questa è stata una partita straordinaria, perché giocando 11 contro 10 non c’è storia.”

intervista-Mourinho-EuropaLeague

Inoltre Mourinho ha parlato anche di ciò che può esser migliorato:

LEGGI ANCHE:  Batistuta esce allo scoperto sulla Fiorentina: “Lo sanno tutti!”

“Si lavora per migliorare, anche in fase di costruzione. Dobbiamo migliorare la velocità di circolazione della palla, in attacco devono essere più cattivi. Il Gallo ha fatto qualche giocata con il tacco, ma non è la sua giocata: lui deve mettere la palla in porta, come capita. Però sono contento, adesso abbiamo una doppia partita contro il Betis che è una squadra molto forte e penso che si deciderà lì.”

Infine si concentra sulla qualità del reparto offensivo, tornando sulla prestazione odierna di Belotti:

“Davanti abbiamo giocatori super talentuosi, dobbiamo diventare più cattivi. Serve cattiveria per metterla dentro. Anche il Gallo sembra essere preso da questa malattia, oggi l’ho visto fare 4-5 tacchi. Questo non è lui. Lui deve segnare, col ginocchio, con il culo, con la testa. Ha il virus del calcio fantasista. Deve fare gol. questa la parte su belotti più specifica.”

Edoardo Di Vito