Sei qui: Home » Calcio in Italia e Serie A - Le migliori notizie » Cori discriminatori a Bergamo contro Commisso, arriva la decisione del giudice sportivo

Cori discriminatori a Bergamo contro Commisso, arriva la decisione del giudice sportivo

Nelle ore immediatamente successive al match di domenica tra Atalanta e Fiorentina, è scoppiata la polemica circa i cori intonati dai tifosi bergamaschi all’indirizzo del patron della Viola, Rocco Commisso.

Tramite il proprio sito ufficiale, la società toscana aveva denunciato l’accaduto, chiedendo un intervento della Lega Serie A, della federazione e, addirittura, del governo per individuare e punire i responsabili dei cori denigratori.

Rocco Benito Commisso – Fiorentina

Tuttavia, il giudice sportivo dott. Gerardo Mastrandrea, assistito da Stefania Ginesio e dal Rappresentante dell’A.I.A. Carlo Moretti, ha optato per una sanzione morbida, come recita il comunicato ufficiale: ”A seguito della riunione in data odierna, 4 ottobre 2022, è stata stabilita una ammenda di 12000 euro alla società Atalanta per i cori offensivi di matrice territoriale intonati dai propri sostenitori prima della partita e al minuto 1′ del secondo tempo nei confronti del Presidente e di un calciatore della Società avversaria.” .

La società bergamasca tira, dunque, un sospiro di sollievo, scongiurando la possibilità di ricevere una punizione più severa, mentre non mancheranno le polemiche da parte della Fiorentina, che sperava in sanzioni ben diverse per lanciare un messaggio contro ogni tipo di discriminazione.

FEDERICO LUIGI DI MINGO