Promozione, giocatore squalificato per 5 anni grazie alla revisione al “VAR”

Dalla stagione di Serie A 17/18 è in vigore il VAR (Video Assistant Referee), tecnologia di supporto agli arbitri. Tuttavia, nelle categorie minori, l’uso della tecnologia rimane un traguardo molto lontano, quasi un miraggio.

L’eccezione c’è stata in un match di Promozione: grazie ad una ripresa tramite cellulare, è stato possibile sanzionare un calciatore, dopo che all’arbitro era sfuggita tutta la dinamica.

VAR Tecnologia Promozione

Siamo nei minuti finali della gara tra Juventus Domo e Dufour Varallo, quando la squadra ospite segna il goal del 3-2. Un attaccante della Dufour riceve una gomitata da un avversario, che gli causa la rottura di 4 denti e il trasporto in ospedale.

L’arbitro tira fuori solo il cartellino giallo. Sarà il video fatto dalla tribuna ad infliggere una maxi squalifica al giocatore di casa: il Giudice Sportivo, infatti, impone una squalifica di 5 anni, più la richiesta di radiazione da qualsiasi categoria della Figc.

Sei qui: Home » Serie A » Promozione, giocatore squalificato per 5 anni grazie alla revisione al “VAR”