Sei qui: Home » News sul Calcio » Portogallo, Ronaldo tuona in conferenza: “Vi chiedo di non parlare di me con gli altri giocatori”

Portogallo, Ronaldo tuona in conferenza: “Vi chiedo di non parlare di me con gli altri giocatori”

Tra le grandi favorite di questi Mondiali in Qatar c’è sicuramente il Portogallo di Cristiano Ronaldo, probabilmente arrivato alla sua ultima Coppa del Mondo. Il pluri Pallone d’Oro però continua a rilasciare una valanga di dichiarazioni che possono minare la stabilità dello spogliatoio, come il caso montato dopo il video dell’incontro tra lui e Bruno Fernandes: “Ho un ottimo rapporto con lui. Il suo l’aereo era in ritardo e gli ho chiesto se fosse venuto in barca, stavamo scherzando“.

CR7 ha risposto a coloro che gli hanno fatto notare la mancanza di tatto delle sue parole a pochi giorni da una competizione tanto importante come il Mondiale: “Voi pensate che sia facile scegliere il tempismo ma non devo preoccuparmi di quello che pensano gli altri. Parlo quando voglio. Tutti sanno chi sono e in cosa credo“.

Cristiano Ronaldo: “Lo United non condizionerà il Mondiale”

Cristiano Ronaldo dichiarazioni

Sgretolato il rapporto con il Manchester United, non è difficile pensare che il campione portoghese possa portare alla deriva anche il gruppo nazionale. CR7 risponde così a queste affermazioni: “Il conflitto con il Manchester United non scuoterà la squadra di Fernando Santos durante la Coppa del Mondo“.

Infine, Ronaldo ha chiuso ogni vicenda scaturita dalle sue ultime uscite: “Ci sono sempre dibattiti, spazio per le voci, lo so… Ma l’atmosfera è davvero eccellente. Vi chiedo di non parlare di me con gli altri giocatori. Io ho un giubbotto antiproiettile, ma è pur sempre un Mondiale e parlare di questo, più che di Cristiano Ronaldo, sarebbe fantastico“.