Screzi in casa Belgio, Courtois duro: “Se mai qualcuno lo facesse, sarebbe fuori da questa squadra!”

Il Belgio non sta certamente attraversando un momento facile. Vuoi per il momentaneo terzo posto nel girone che li vede costretti a vincere contro la Croazia, vuoi per i malumori e i presunti screzi in spogliatoio post sconfitto con il Marocco.

A due giorni dall’ultima sfida del girone, è intervenuto in conferenza stampa il portiere Thibaut Courtois, queste le sue parole sul momento della squadra: “Nessuno è contento in questo momento, ma pensiamo a vincere giovedì per passare il turno. Nello spogliatoio eravamo arrabbiati per la sconfitta, siamo delusi per aver perso”.

Courtois Belgio conferenza stampa

Sulla presunta lite tra De Bruyne, Hazard e Vertonghen il portierone del Real Madrid vuole chiudere così la questione: “Credo che i media abbiano esagerato. È stata raccontata una storia inesistente. Io ho rotto una panchina con un pugno. Eravamo certamente delusi, ma nessuno si è urlato addosso. Sarebbe inutile”. Chiude infine così sulla presunta questione di una talpa in spogliatoio: “Sarebbe da matti pensarlo. Se mai qualcuno dovesse farlo, sarà il suo ultimo giorno in squadra”.

Courtois cerca di compattare il gruppo, di isolarlo dalle voci che arrivano dall’esterno in vista della gara più importante ma allo stesso tempo la più difficile del girone contro la finalista dell’ultima edizione, la Croazia.

Matteo Gregori

Sei qui: Home » Calcio Internazionale » Screzi in casa Belgio, Courtois duro: “Se mai qualcuno lo facesse, sarebbe fuori da questa squadra!”