Totti torna alla Roma? L’ex capitano esce allo scoperto sul futuro

Francesco Totti, storico capitano e noto a tutti come il ”pupone”, torna a parlare della sua Roma dal Qatar, in una diretta su Twitch. Tra i tanti temi toccati, c’è quello del futuro di Niccolò Zaniolo, “Per crescere serve solo la testa giusta. Esistono le categorie nel calcio. C’è il giocatore bravo, il campione e il fenomeno. L’importante è credere in se stessi e imparare a crescere prima fuori dal campo, questa è la chiave” ha detto Totti.

Sul suo futuro e se tornerà alla Roma ha risposto: “I matrimoni si fanno in due. Non c’è nulla ad oggi e sono contento lo stesso. L’importante è che facciano una grande camminata e noi tifosi della Roma gli andiamo dietro tutti insieme”.

Inoltre, in merito alle voci di mercato che vorrebbero Josè Mourinho vicino alla panchina della nazionale portoghese, magari con un doppio incarico che gli consenta di proseguire la sua avventura a Roma, Totti ha detto: “Io penso che se ha la possibilità di allenare un club è giusto che continui solo con il club. E sul caso Karsdorp ”Non voglio entrare nella questione perché non conosco i fatti, solo loro sanno quello che è successo ma l’allenatore può permettersi tutto”.

AS Roma Francesco Totti Mourinho

Sull’attaccante migliore in Serie A

Incalzato dai tifosi in diretta, Totti si è pronunciato sui numeri 9 del campionato di Serie A, incoronando quello del Napoli: “Secondo me è Osimhen. Primo perché fa gol, quando gli capita la palla segna. E poi si mette a disposizione della squadra. È sempre al posto giusto nel momento giusto. Vlahovic? Parliamo di un altro grande giocatore, prima o poi dimostrerà le sue qualità”.

Gli è stato chiesto inoltre se fosse mai stato vicino a lasciare il club capitolino, “Nel 2004 sono stato vicino all’addio. Quell’anno ho preso la decisione di rimanere per sempre alla Roma. Il cuore mi ha detto di rimanere. Non ho pensato ai soldi, ho pensato a finire la carriera con la maglia che ho sempre tifato”.

Enrico Tiberio Romano

Gestione cookie