Sinner, colpo di scena: che sorpresa per l’italiano, mazzata per Djokovic

Un 2023 quasi da 10 e lode per Jannik Sinner che, dopo gli straordinari risultati ottenuti nelle competizioni disputate nella seconda parte dell’anno, ha potuto mettere in cassaforte un nuovo riconoscimento.

Il 2023 è stato l’anno di Jannik Sinner. Non serve la classifica che Google ogni anno mette a disposizione a metà dicembre per verificarne l’attendibilità, seppur confermi quanto detto prima. Il nome dell’altoatesino, infatti, non è comparso solo in cima alle classifiche del tennis, ma è anche al primo posto fra i nomi degli sportivi maggiormente cliccati quest’anno.

Un ‘effetto Sinner’ che si è sparso a macchia d’olio, complici le quattro competizioni vinte quest’anno. Si parte da Toronto per arrivare alle ultime due, in ordine cronologico. Con le ATP Finals torinesi, Sinner è stato ad un passo dal gradino più alto: resta, infatti, nella storia di questo straordinario sport, la finale combattuta contro un monumentale Novak Djokovic.

Ma complice è anche la vittoria nella Coppa Davis contro l’Australia che ha portato alla nostra nazione un trofeo che mancava ormai da 47 lunghi anni. E che ha portato Sinner a vincere contro il numero uno al mondo qualche giorno dopo la sconfitta della finale.

E oggi è arrivato il momento per il giovane campione azzurro di ritirare un nuovo premio da accompagnare a quelli già gelosamente custoditi a casa.

Jannik Sinner: l’ennesimo premio di questo anno stellare

Il giovane campione, oggi, può vantarsi di poter concludere quest’anno stellare con un altro trofeo, probabilmente il più bello fra quelli sino ad ora conquistati. Perché è lui il vincitore dell’ATP Finals ‘Fans Favourite 2023’, ovvero il tennista che ha conquistato il cuore del maggior numero di tifosi. Battuto, dunque, il vincitore reale delle ATP Finals Djokovic.

Sinner, colpo di scena: che sorpresa per l'italiano, mazzata per Djokovic
Jannik Sinner -(ANSA)- Rompipallone.it

Ma soprattutto battuto perché, a decidere chi abbia lasciato maggiormente il segno nella competizione dello scorso novembre, sono stati tutti i tifosi appassionati. E non solo gli ormai celebri Carota Boys o il popolo italiano appassionato che seguiva attentamente la competizione.

Un riconoscimento, dunque, sicuramente non di poco conto, e che per ben 19 anni era stato saldamente nelle mani del veterano Roger Federer. Lo scorso anno, invece, la piccola e significativa parentesi che risponde al nome dello spagnolo Rafael Nadal.

E non è finita qui. Perché Sinner è ancora in corsa per vincere altri due premi in palio: il ‘Most Improved Player of the Year’ e lo ‘Stefan Edberg Sportsmanship Award’, vale a dire il premio Fair Play.

Insomma: a soli ventidue anni, Jannik può dire di condividere un premio con i più grandi attori che hanno scritto pagine e pagine del tennis mondiale. Con l’augurio che molte altre pagine possano portare proprio la firma del nostro talento splendente.

Gestione cookie