“Si è rifiutata di scendere in campo”: Tennis nel caso, colpa della guerra in Ucraina

Episodio curioso quanto avvenuto Domenica in occasione della finale del torneo di Tennis. Scelta legata alla guerra in Ucraina

A Bourg-de-Peage, città della Francia meridionale, si è svolta la Negomental Open, torneo d’esibizione di Tennis.

Come per ogni torneo, ieri era arrivato il momento di giocare la finale, in cui ad affrontarsi sarebbero dovute essere Mirra Aleksandrovna Andreeva e Marta Olehivna Kostjuk.

L’epilogo però è stato a dir poco sorprendente. Difatti ad affrontate la Andreeva, tennista russa classe 2007, non c’è stata, l’ucraina, bensì Yanis Ghazouani Durand, tennista francese numero 847 al mondo del ranking maschile.

Ebbene sì, è stata uno scontro tra “sessi” quello andato in scena durante la finalissima.

Caso tennis: l’atleta non gioca per la guerra in Ucraina

Quello visto ieri, uomo contro donna, non è il primo episodio nella storia del tennis. Difatti la prima volta in cui si è assistito ad un match misto, avvenne ben cinquant’anni fa. Quando ad affrontarsi furono Bobby Riggs e Billie Jean King, nel lontano 20 settembre del 1973.

caso storico nel Tennis
andreeva – ansa – rompipallone 181223

In quell’occasione fu la tennista statunitense a trionfare, ottenendo la meglio sul genere opposto. A distanza di circa vent’anni c’è stato il capitolo due, di una sfida uomo contro donna. Per l’occasione si affrontarono, Jimmy Connors e Martina Navratilova. 

A vincere la seconda “battaglia” fra generi, questa volta è stato il tennista maschile. Per attendere il terzo capitolo, sono serviti oltre trent’anni, sino appunto alla finale di ieri.

La Kostjuk ha scelto di non gareggiare, per motivi geopolitici. Dunque non per un fattore personale nei confronti della rivale, ma per quanto sta accadendo nel conflitto tra Russia ed Ucraina.

A dispetto di un torneo in cui non si ha obbligo di scelta, laddove gli ucraini hanno deciso di non stringere la mano quando hanno di fronte avversari russi, in questo caso la situazione è diversa.

Difatti trattandosi di un torneo a tutti gli effetti amatoriale, essendo di esibizione, la tennista ha avuto libero arbitrio decidendo dunque di non prender parte alla finale.

Questo ovviamente ha portato ad un clima d’agitazione, dato che il match avrebbe dovuto disputarsi alle 12.30 ed i biglietti erano già stati tutti venduti. Infatti anche attraverso un comunicato è stato rivelata anche la difficoltà nel trovare un sostituto in così poco tempo.

Tant’è che la scelta è poi ricaduta sul tennista Yanis Ghazouani Durand. Match vinto per due set a zero, dal francese. Ciononostante il trofeo è andato comunque alla russa che ha vinto il torneo per forfait della rivale.

Gestione cookie