“Potevano uccidere”: dramma sfiorato in Serie C

Nel corso di un match di Serie C disputatosi nei giorni scorsi, sarebbe potuto accadere qualcosa di piuttosto grave: avrebbero potuto uccidere

Purtroppo, nel corso degli anni, nel mondo del calcio si sono verificati numerosi scontri spiacevoli tra gli ultras di alcune tifoserie. In alcuni casi, purtroppo l’intervento delle Forze dell’Ordine non è bastato, ed è arrivata la morte per alcuni tifosi in questi scontri. Un evento simile sarebbe potuto accadere pochi giorni fa durante un match di Serie C, ma l’intervento tempestivo delle Forze dell’Ordine ha sventato una potenziale tragedia.

È veramente scioccante e raccapricciante ciò che le Forze dell’Ordine hanno trovato prima dell’inizio di un match di Serie C, che si è disputato pochi giorni fa. Ma riavvolgiamo il nastro. Lo scorso lunedì 8 gennaio, era in programma allo Stadio Euganeo di Padova il match tra i padroni di casa ed il Mantova. La gara si è disputata regolarmente, con gli ospiti che si sono imposti con un netto 5-0. A prendersi le pagine dei giornali è però un evento accaduto proprio nell’avvicinamento al match di Serie C.

Padova-Mantova, ritrovati pugnali prima del match: tragedia sfiorata

Difatti a pochi istanti dall’incontro, durante i controlli ai tornelli dei tifosi per l’ingresso nell’impianto, c’è stata una scoperta scioccante da parte degli agenti di Polizia. All’interno dei pali portabandiera dei ultras, sono stati ritrovati alcuni pugnali. Gli ultras ad aver ingegnato questo genere di nascondiglio per i pugnali sono stati quelli del Mantova.

Tragedia sfiorata prima del match di Serie C
Padova-Mantova: sventata la tragedia prima del match: l’accaduto – LAPRESSE – Rompipallone.it

Solo l’intervento attento ed oculato delle Forze dell’Ordine ha potuto evitare che gli ultras entrassero nell’impianto con i pugnali, che avrebbero potuto essere utilizzati per colpire qualche tifoso del Padova. A spiegare la grave entità di quello che sarebbe potuto accadere è Maurizio Ferrara, sindacato della Polizia Fsp Veneto: “Questo la dice lunga in merito a quali fossero quel giorno le reali intenzioni di alcuni di essi. Non vi è infatti alcuna valida ragione nel tentare di introdurre all’interno di uno stadio armi tanto letali quanto insidiose”.

Ferrari spiega che con le lame i tifosi “avrebbero potuto far davvero male se non scannare qualcuno”. Dunque solo l’intervento tempestivo delle Forze dell’Ordine presenti nei pressi dell’impianto, hanno potuto evitare il peggio, visto che questi pugnali avrebbero potuto uccidere qualche tifoso presente. Per fortuna tutto si è concluso per il meglio con la gara che si è potuta disputare senza incidenti e senza nessuno scontro tra le opposte fazioni.

Impostazioni privacy