Panico gli Europei di Roma, malore dopo la corsa: il messaggio ai tifosi

Momenti di grande apprensione durante gli Europei di Roma: l’atleta azzurra cade a terra ed è colta da malore, il messaggio ai tifosi

La speranza che si trasforma in panico, l’angoscia che prende sempre più il sopravvento. Attimi di vero terrore agli Europei di Atletica in corso di svolgimento a Roma.

L’Olimpico domenica sera è diventato il teatro di un episodio che nessuno avrebbe mai voluto vedere e che ha tenuto per lunghissimi, interminabili minuti, tutti con il fiato sospeso. Protagonista è un’atleta azzurra, Ludovica Cavalli, che ha avuto un malore dopo aver corso la finale dei 1.500 metri. Una gara che si è tramutata ben presto in un calvario con il finale anche peggiore di quanto visto durante la corsa.

La mezzofondista, infatti, sembrava potesse recitare un ruolo di protagonista, ma le cose si sono messe subito male: poco prima di metà gara ha, infatti, perso contatto in maniera inspiegabile dal gruppo, con i metri di distanza che aumentavano in maniera anomale già prima che le concorrenti premessero il piede sull’acceleratore come accaduto nello sprint finale. Cinque, dieci, quindici secondi di distacco senza un apparente motivo.

Nessuno dei presenti riusciva a capacitarsi di ciò che stava accadendo alla Cavalli che è arrivata al traguardo con ben mezzo  minuto di ritardo.

Malore per Ludovica Cavalli, il messaggio dell’atleta

Già pochi metri prima della fine della gara per l’atleta azzurra si era però iniziato a capire che qualcosa fisicamente non andava. La Cavalli, infatti, si è portata la mano al petto durante gli ultimi passi che la separavano dall’arrivo.

Ludovica Cavalli spiega il malore gli Europei
Ludovica Cavalli racconta il malore accusato (ANSA) Rompipallone.it

Quindi, dopo il traguardo, è crollata a terra – immediatamente soccorsa – continuando a toccarsi il petto con la mano e scoppiando in lacrime. Lo staff sanitario è accorso subito e ha trasportato fuori dalla pista l’atleta in sedia a rotelle, accompagnata dagli sguardi preoccupati di pubblico e colleghi. Oggi è arrivato, tramite i social, il messaggio tranquillizzante della stessa Ludovica Cavalli.

Su Instagram ha spiegato cosa le è accaduto e quanto spavento ha avuto durante quei terribili e infiniti 1.500 metri: “Ci tengo a rasserenare tutti. Sto bene – l’incipit del suo post -. Durante l’allungo per andare alla partenza il mio cuore è andato in tachicardia e non sono riuscito a rallentare il battito prima della partenza”.

Una situazione complicata che si è aggravata con l’inizio della gara: “Dopo un giro sono andata in iper ventilazione – ha spiegato l’atleta – e non ho più saputo gestire la situazione”. Ovvio quindi che adesso la 23enne mezzofondista si sottoponga agli accertamenti per capire quel che è accaduto, con la speranza che sia stato soltanto un episodio isolato.

Impostazioni privacy