Calciomercato Fiorentina, oltre ad Italiano si punta ad Erlic dallo Spezia

Nelle ultime ore di calciomercato si è avvicinato alla Fiorentina il nome del croato Martin Erlic. L’interesse viola per il difensore classe ’98 dello Spezia non è nuovo. Tale passione si potrebbe riaccendere con il probabile arrivo in panchina di Vincenzo Italiano (anche lui dalla squadra ligure). La squadra viola ha trovato in lui l’uomo adatto per sostituire in difesa la possibile partenza di Nikola Milenković o di Germán Pezzella.

Chi è Martin Erlic?

Il giocatore che la Fiorentina sta osservando si chiama Martin Erlic, difensore croato e dello Spezia nato a Zara il 24 gennaio 1998. Comincia a dare i primi calci al pallone nelle giovanili della Dinamo Zagabria. Velocemente brucia le tappe nella squadra fiumana e viene notato da diverse squadre europee, ma sarà il Parma nel 2014 a portarlo in Italia. Nel 2015 viene ingaggiato dal Sassuolo dove passa due stagioni in primavera, per poi successivamente esser mandato al Sudtirol in prestito in Serie C a “farsi le ossa”. Dopo un anno da protagonista in C, viene ceduto allo Spezia e con quest’ultimi ha collezionato 49 partite, sia in Serie A che in Serie B.

Il ragazzo è molto professionale anche su Instagram (il suo social preferito), dove pubblica fotografie principalmente dove si allena oppure durante le partite.

Ti può interessare anche: La Fiorentina ha il suo nuovo allenatore: accordo raggiunto con Italiano

La Fiorentina può trovare in Erlic l’uomo adatto in difesa?

Molto probabilmente uno fra Milenkovic o Pezzella partiranno da Firenze, per questo motivo la Fiorentina, la quale ha praticamente preso Italiano in panchina, vuole puntare su Erlic. Il difensore croato ha la caratteristica tecnica di essere un difensore “vecchio stampo”, dotato di grande fisicità e soprattutto di un ottimo senso di posizione. Unico diffetto del ragazzo è quello di non essere molto veloce nei movimenti ma sopperisce grazie a un buon gioco posizionale.

Siamo su Google News: tutte le news sul Calcio Italiano CLICCA QUI