Le condizioni di Alex Zanardi ad un anno di distanza dal tragico incidente

A poco più di un anno dal drammatico incidente dell’ex pilota di Formula 1, durante una gara di handbike, la moglie di Alex Zanardi ha deciso di rilasciare un’intervista per aggiornare pubblicamente le condizioni di salute del campione paraolimpico.

La disgrazia avvenuta il 19 giugno del 2020, nei pressi della provincia di Siena, ha comportato l’immediata operazione chirurgica e la conseguente riabilitazione nel centro specialistico di neuro-riabilitazione di Villa Beretta a Costa Masnaga. Ancora oggi l’atleta risiede in questa struttura, per continuare il proprio processo riabilitativo.

Il punto sulle condizioni di salute

Daniela Manni, sotto l’attento consiglio medico per quanto riguarda le tempistiche, ha risposto ad alcune domande sul magazine online della BMW, riguardanti la situazione di salute del proprio marito.

“Le condizioni di Alex sono essenzialmente stabili. Riesce a comunicare con noi, ma non è ancora in grado di parlare. Dopo molto tempo in coma, le corde vocali hanno bisogno di recuperare la loro elasticità. Questo è possibile solo con esercizio e terapia. Inoltre, ha ancora molta forza nelle braccia e nelle mani e si allena duramente con le attrezzature 

Il processo di recupero di Zanardi prevede essenzialmente stimoli multimodali e farmacologici. Dopo il primo incidente in auto, che ha causato l’abbandono dalle gare di formula 1 e l’amputazione di entrambe le gambe, il campione bolognese non ha intenzione di arrendersi neanche questa volta.

LEGGI ANCHE: Euro 2020, Italia Belgio: le parole del ct Roberto Mancini in conferenza stampa

Tanta voglia di combattere

Zanardi, incidente
FOTO: Imago

Alex Zanardi è uno dei simboli di resilienza. Nello sport, ma soprattutto nella vita. Il primo a combattere e l’ultimo a mollare. Questo è il suo stile di vita e ancora una volta ne sta dando la sua dimostrazione.
Dopo essere stato travolto da un tir, le speranze di vita si erano assottigliate ai minimi termini. Dopo però i primi interventi neurochirurgici, le risposte sono state buone. Grazie al pronto intervento medico ed alla forza dimostrata da Alex, si può continuare a sperare.


La moglie in merito a questo confessa:

“Vorrei dire a tutte le persone che pensano e pregano per Alex che lui sta combattendo come un leone, come ha sempre fatto.
L’affetto che abbiamo ricevuto da amici, fan, conoscenti, atleti e tutte le persone del motorsport nello scorso anno è stato a dir poco commovente e travolgente ed è stato di enorme supporto per noi nell’affrontare tutto questo.”

Infine ha concluso il suo discorso con un pensiero speciale:

” Cosa mi aspetto dal futuro? Si tratta di una nuova grande sfida. È un percorso molto lungo e al momento non facciamo previsioni su quando potrà tornare a casa. Voglio solo rivolgermi a tutto lo staff medico, ringraziandolo.”

Siamo su Google News: tutte le news sul Calcio Italiano CLICCA QUI