Wimbledon avrà una nuova regina

Wimbledon, nel mondo tennistico, è irraggiungibile sotto l’aspetto del prestigio e del fascino. Matteo Berrettini, nelle ultime settimane, si è ritagliato un ruolo da protagonista, conquistando una storica semifinale. Sfiderà nella giornata di oggi, il Polacco Hurckacz, per giocarsi al meglio le probabilità di strappare il pass di un’ipotetica finale.

Domani pomeriggio, invece, alle ore 15, si giocherà l’atto conclusivo femminile della competizione tennistica per eccellenza. Sarà incoronata una nuova regina. Infatti, l’australiana Barty e la ceca Pliskova, per la prima volta, hanno raggiunto la finalissima a Londra e non vedono l’ora di darsi battaglia per conquistare il titolo

Da Evonne Goolagong ad Ashleigh Barty

Sono passati esattamente 41 anni, dall’ultima volta che un’australiana è riuscita a conquistare un posto in finale a Wimbledon. Bisogna tornare indietro nel 1980, quando Evonne Goolagong trionfò vittoriosamente sul campo centrale londinese.

In semifinale, Barty ha dovuto affrontare, la tedesca Angelique Kerber. Quest’ultima, seppur sconfitta, ha dato filo da torcere alla numero 1 al mondo. Il match, terminato 2-0, è stato in bilico fino alla fine. Il tie break che ha deciso la gara, ne è la prova.

Wimbledon
FOTO: Imago

Alla fine della partita A. Barty ha commentato la propria prestazione:È incredibile, forse il miglior match che abbia mai giocato. Sono orgogliosa di quello che ho fatto.
L’ultimo punto è stato un momento di sollievo, di pura felicità. Non ho mai provato una sensazione di questo tipo: avere la possibilità di giocare una finale a Wimbledon è qualcosa di incredibile
“.

LEGGI ANCHE: Il CoViSoC ferma sei club, che rischiano di non iscriversi ai rispettivi campionati: i nomi dei club e i dettagli

Karolina Pliskova e la seconda finale Slam in carriera

Sabato pomeriggio, come detto, sarà Karolina Pliskova a giocarsi le proprie chance di vittoria, ribaltando i pronostici iniziale dei bookmakers. Un titolo slam, che fino in questo momento, è sempre stato cercato dalla campionessa Ceca e che però non è mai arrivato.

Dopo aver superato in semifinale in rimonta per 2-1, la bielorussa Aryna Sabalenka, riconquisterà la top 10 della classifica globale. Nel peggiore dei casi salirà all‘ottavo posto in classifica, mentre in caso di vittoria potrà godere di una posizione privilegiata ai piedi del podio.

Il match che ha permesso l’ingresso in finale è stato ricco di emozioni. Sorpassi e controsorpassi. Sabalenka ha conquistato inizialmente il primo set per un parziale di 7-5. Nei restanti due però la storia è cambiata. La forza e la determinazione di vittoria di Pliskova, hanno permesso di ribaltare il risultato, cambiando le sorti dell’incontro ed eseguendo il punto decisivo con uno straordinario ace.

La finale è alle porte. La campionessa ceca e quella australiana si conoscono molto bene, essendosi già affrontate per ben 7 volte. Negli ultimi 5 precedenti, Ashleigh Barty ha avuto la meglio, ma la magia di Wimbledon può cambiare le carte sul tavolo, ribaltando ogni tipo di pronostico.

Siamo su Google News: tutte le news sul Calcio Italiano CLICCA QUI