Milan, Tonali: “Maldini una colonna, con Pioli rapporto profondo. Su Ibra e Kjaer…”

Sandro Tonali parla in esclusiva alla Gazzetta dello Sport da giocatore del Milan al cento per cento. Ripartiamo con il vantaggio di conoscerci, noi giocatori e l’allenatore. Quello che non cambia sono gli obiettivi: puntiamo sempre in alto“.

“La scorsa non è stata la mia migliore annata, anche perché è stata particolare, complicata. Il Covid mi ha fermato quasi subito, ci ho messo un po’ a carburare. Quest’anno sarà un’altra storia, anche se so di dover migliorare: non ci sono punti di arrivo, si cresce sempre”.

Sul rapporto con Pioli e su Maldini

“ Con Pioli ho un rapporto molto bello, è come un padre. Siamo giovani, lui sa quali corde toccare, ci conosce a fondo. Paolo è una colonna, specialmente in questo momento: siamo giovani e allenarsi sotto i suoi occhi, parlare con lui, ti passa energie speciali”.

Quando ho firmato il nuovo contratto abbiamo fatto insieme un punto, su di me e sul Milan: l’annata passata, i cambiamenti, il futuro da costruire… È stato bello”.

Milan Tonali, Ibrahimovic e Kjaer: due colonne

“Sono due persone diverse, ma entrambi danno tantissimo alla squadra. Giocare con Ibra ti dà stimoli inspiegabili, Zlatan ti carica anche se non gioca. Lo fa anche ora che non si allena insieme a noi”.

“E’ sempre molto presente. Sa che noi abbiamo bisogno di lui ma che anche lui ha bisogno di noi, siamo quasi una cosa sola. Kjaer parla e spiega molto in campo, è una sorta di secondo mister”.

Sull’obiettivo del Milan per il prossimo campionato

Lotteremo per il primo posto, tutti insieme. Il pensiero della squadra è unico. Champions? Vogliamo fare strada il più possibile. Torniamo dopo tanti anni di assenza e sappiamo che non sarà facile, ma siamo il Milan”.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Milan, spunta un nuovo terzino

LEGGI ANCHE: Milan si complica il ritorno di un vecchio pallino

Siamo su Google News: tutte le news sul Calcio Italiano CLICCA QUI