Inter, Marotta: “La famiglia Zhang va rispettata”, poi la risposta sul nuovo stadio

L’inter chiude questo 2022 con una vittoria in trasferta a Bergamo e per di più in uno scontro diretto contro l’Atalanta dell’ex Gasperini. A questi tre punti sono seguite le dichiarazioni di Beppe Marotta a Radio Rai nel programma Radio Anch’io Sport: “Da ieri non è cambiato nulla di importante se non la consapevolezza di poter essere competitivi fino alla fine. Sarà un campionato inedito, vedremo quali saranno le performance atletiche dei calciatori.”

L’amministratore delegato dell’Inter ha toccato diversi temi: l’infortunio di Lukaku, il rapporto con Zhang e la situazione stadio.

Tra Zhang, lo stadio e Lukaku

Marotta Zhang Lukaku

Marotta si è espresso così sull’infortunio del bomber belga Lukaku: “L’infortunio è stato imprevisto e imprevedibile, voleva tornare in fretta in forma anche per il Mondiale ma dobbiamo restare cauti“.

Sulla difficile questione stadio ha dichiarato: “Ci sono difficoltà burocratiche, servirebbe un iter più fluido. La situazione, curata da Antonello, è di stallo. Spero si possa risolvere presto“.

Sulla famiglia Zhang si è detto di tutto e Marotta chiude ogni possibilità di malumore per i tifosi nerazzurri: “Dobbiamo avere rispetto per la famiglia Zhang che ha investito tanto, dando tanto al sistema calcio e all’Inter. Tutti hanno dovuto ridimensionare gli investimenti, ma vogliamo restare competitivi“.

Infine, sulla vicenda legata agli episodi in curva di Inter-Sampdoria, l’ad ha affermato: “Non voglio parlare di repressione, serve prevenzione e dobbiamo creare un fenomeno di cultura maggiore. Lo stadio non è un’arena dove ci si scontra, serve aggregazione.”

Sei qui: Home » Calcio in Italia e Serie A - Le migliori notizie » Inter, Marotta: “La famiglia Zhang va rispettata”, poi la risposta sul nuovo stadio